Il settore legno non dovrebbe mandare messaggi ambigui. Promuovendo l'utilizzo della certificazione FSC/PEFC manda un messaggio negativo al pubblico perché fa apparire tutte le altre fibre non interamente sostenibili. Sappiamo che tutte le foreste in Euro

Submitted by: Maria Moroni Risposta di: Maria Moroni 09/03/2011

Domanda

Il settore legno non dovrebbe mandare messaggi ambigui. Promuovendo l’utilizzo della certificazione FSC/PEFC manda un messaggio negativo al pubblico perché fa apparire tutte le altre fibre non interamente sostenibili. Sappiamo che tutte le foreste in Europa sono gestite in modo oculato, perciò dovremmo parlare un’unica lingua e dire che i prodotti europei sono validi, nonostante la certificazione riguardi solo una parte del risultato finale. Invece oggi spesso passa un’informazione sbagliata, ossia che le uniche fibre sostenibili sono quelle che si fregiano dei marchi FSC o PEFC. E le altre?

Risposta

Grazie per la domanda. A dire il vero, mi trovi d’accordo. Il problema dei marchi è che creano divisioni e possono dar luogo a una generale diffidenza nei confronti della categoria di prodotto, come a sottintendere: “Se non compri un prodotto con il mio marchio, corri un rischio”. Ciononostante, sistemi di certificazione quali PEFC e FSC hanno posto l’accento sull’importanza di una selvicoltura sostenibile e generato una fiducia da parte dei consumatori, tanto che possiamo essere fieri del nostro record europeo. L’intento di Two Sides è garantire che il pubblico consideri i mezzi stampati come un prodotto naturale da poter utilizzare in tutta tranquillità.

Premi il tasto per inviare una domanda sulla filiera della comunicazione su cartaInvia una domanda
News correlate